sabato 24 giugno 2017

Oscar Fantastica: La luce morente e Ciclo delle fondazioni

Sotto il vessillo di Oscar Fantastica, il mese scorso abbiamo pubblicato Armageddon Rag, ma era solo il primo passo per completare in casa Mondadori la sterminata produzione di George R.R. Martin

Da martedì 27 giugno trovate in libreria La Luce Morente (Dying of the light). Restate sintonizzati, perché non è finita!

Oggi Martin è decisamente in ottima compagnia.


La luce morente

George R.R. Martin
ISBN 9788804673019
Oscar Fantastica

396 pagine, € 14,00
Traduzione: Maddalena Tarallo, Angelica Tintori


Worlorn è un pianeta vagabondo tra le stelle sul quale ben quattordici popoli provenienti da diversi mondi si sono stabiliti riuscendo a renderlo abitabile. Non per molto, però: il destino erratico di Worlorn lo sta inesorabilmente allontanando dalla luce e dal calore della Ruota di Fuoco e presto la sua sorte sarà quella buia e fredda dei mondi senza sole. Dal crepuscolo di Worlorn, ormai quasi totalmente abbandonato dai suoi abitanti, è partito un messaggio per Dirk t'Larien, un pacco contenente una strana pietra rossa. Era il simbolo che lo legava a Gwen Delvano, suo grande amore perduto da anni. Perché la donna si è rifatta viva? Per scoprirlo Dirk parte per Worlorn, dove deve misurarsi con un mondo in declino, retto da assurde usanze tribali, e con il proprio carico di insicurezze, ricordi e fantasmi.

La luce morente - George R.R. Martin | IBS

Ciclo delle Fondazioni
Isaac Asimov
ISBN 9788804664994
Oscar Fantastica
552 pagine, € 16,00
Traduzione: Cesare Scaglia


L'impero galattico esercita da secoli il suo potere su tutti i pianeti conosciuti, ma ora sta scomparendo: lascerà il posto a 30.000 anni di ignoranza e violenza. Hari Seldon, creatore della rivoluzionaria scienza della "psicostoria", sa quale triste futuro aspetta l'umanità. E per preservare la civiltà, riunisce i migliori scienziati e studiosi su Terminus, un piccolo pianeta ai margini della galassia. È la Prima Fondazione, destinata a essere rapidamente cancellata da un terribile e misterioso mutante che impone un'orribile dittatura. Non tutto comunque è perduto; tra le rovine di quello che era stato un faro del sapere si mormora che, nascosta in un remoto angolo della galassia, vi sia una Seconda Fondazione. La cercano disperatamente coloro che intendono distruggerla così come i sopravvissuti della Prima Fondazione. Il suo destino giace nelle mani di un adolescente, Arkady Darell.

lunedì 12 giugno 2017

Trilogia dei difensori di Shannara - Oscar Fantastica

Tra novità e ristampe a un prezzo competitivo, proseguono le pubblicazioni della collana Oscar Fantastica di Mondadori.

Da febbraio tornano in libreria i primi due volumi della Trilogia sui difensori di Shannara, che a differenza dei precedenti romanzi vedono per protagonista un discendente della famiglia Leah: stirpe da sempre amica degli intramontabili Ohmsford.


La lama del druido supremo

Terry Brooks
ISBN 9788804667704
Oscar Fantastica
312 pagine, € 12,50
Traduzione: Gaetano Luigi Staffilano

Paxon Leah abbandona la casa natale, dove lascia il cuore, e parte per Paranor, dove apprenderà i segreti della magia per conquistare il diritto di diventare protettore dell'Ordine dei Druidi. Ma l'ombra del tradimento serpeggia tra i Druidi. Paxon deve fare appello alla profonda magia del suo sangue e allo straordinario ardore dei suoi avi nella battaglia che il fato ha in serbo per lui.


Il figlio dell'oscurità

Terry Brooks

EAN 9788804673897
Oscar Fantastica
308 pagine, € 12,50
Traduzione: Gaetano Luigi Staffilano

Quando il menestrello Reyn Frosch usa il Canto nel modo sbagliato, la magia lo rapisce e lo getta in un nulla profondo e tenebroso, in cui ogni cosa sparisce e il tempo si ferma. Che potere sprigiona da quella melodia, capace di incantare o distruggere i nemici? Se cadesse nelle mani sbagliate gli stessi equilibri delle Quattro Terre sarebbero messi a rischio. Paxon Leah farà di tutto per combattere la subdola magia del Canto e impedire che lo stregone Arcannen possa appagare la sete di vendetta che lo divora.