domenica 2 dicembre 2012

Pinkafé: Alfonso Zarbo, la passione per il Fantasy


 di Hasmina

In occasione del nostro speciale “Fantasy Explorer”, Pinkafé ha il piacere di intervistare Alfonso Zarbo, un giovane dinamico e poliedrico che ha fatto della sua passione per la narrativa fantastica un punto d’incontro delle sue molteplici attività. Autore di racconti e romanzi fantasy, Alfonso lavora infatti nel mondo dell’editoria fin dal 2009, ricoprendo ruoli e mansioni diverse. Collabora con la redazione di Fantasy Magazine, è stato curatore di romanzi, antologie e collane, si occupa di editing per diversi marchi editoriali e lavora come professional blogger della collana Chrysalide, per Mondadori. Dal 2012 è vicepresidente del festival San Giorgio di Mantova Fantasy, in occasione del quale si è aggiudicato il terzo posto del Premio Letterario Nazionale Cittadella con il suo ultimo romanzo La Via dell’Acciaio (Linee Infinite Edizioni).

Benvenuto Alfonso, è un piacere averti ospite nel nostro blog. Per iniziare, ti va di raccontarci qualcosa di te per presentarti ai nostri lettori?

 

Il piacere è tutto mio, davvero. Che dire? Ho venticinque anni e, da quattro, mi occupo di editoria, in particolare di narrativa fantastica. Quando le dita non scorrono sulla tastiera, di solito stanno sfogliando un libro, passione che coltivavo già... CONTINUA SU:



venerdì 16 novembre 2012

DA READER'S BENCH: Fermento nel mondo Fantasy | intervista ad Alfonso Zarbo (di Giuseppe Recchia)

È innegabile che qualcosa stia cambiando nel mondo del fantasy. Non so se sia merito del Signore degli Anelli (il film, non il libro), di qualche magia di Harry Potter o delle orde di vampiri innamorati che riempiono gli scaffali delle librerie. Probabilmente sono tutte queste cose insieme e tante altre ancora. Fatto sta che fantasy, sci-fi e paranormal romance stanno vivendo un momento magico, supportati anche dalla perfetta osmosi con l'industria cinematografica.



È tutto molto diverso rispetto a pochi anni fa, quando quelli citati erano generi di nicchia, per i soli appassionati. Se ne stanno rendendo conto anche le grandi case editrici, consapevoli ormai delle potenzialità del fantastico presso il pubblico young-adult. È il caso della Mondadori, che puntando principalmente, ma non esclusivamente, sui grandi successi dell'ultimo decennio ha dato vita a Chrysalide, una collana che si occupa del fantasy in tutte le sue sfumature, andando incontro ai gusti di una platea sempre più vasta di giovani e non solo.

Ho incontrato Alfonso Zarbo, blogger della Mondadori, per sapere da un addetto ai lavori qualcosa in più sulla rivoluzione avvenuta negli ultimi anni. Alfonso è stato così gentile da accomodarsi sulla nostra panchina e ci ha svelato alcune anteprime.

È evidente che il fantastico vada di moda. Ma che genere di fantastico è quello che va davvero per la maggiore? Sbaglio o qualcosa è cambiato da quando fantasy e fantascienza erano generi un po' di nicchia (e per la fantascienza, in fondo, le cose sono rimaste così)?


Non sbagli: d'altra parte il fantasy è in continua evoluzione. Basti pensare all'influsso delle tradizioni culturali e delle correnti letterarie nel corso dei secoli, dal mito al Romanticismo, senza considerare l'importante contributo della Storia. Il fantasy funziona a cicli, e dal 2000... Continua su:

FERMENTO NEL MONDO FANTASY | INTERVISTA AD ALFONSO ZARBO ~ Reader's Bench

mercoledì 24 ottobre 2012

Fantasy Magazine | Intervista: le voci de Il Trono di Spade a Lucca Comics & Games 2012

Come funziona il doppiaggio? A Lucca ne parleranno i doppiatori de Il Trono di Spade, tra cui Daniele Giuliani (John Snow) ed Edoardo Stoppacciaro (Robb Stark), che insieme a Gaetano Varcasia (Tyron Lannister) ci hanno rilasciato un'intervista esclusiva.

Chi è interessato al mondo del doppiaggio avrà a breve l'occasione di incontrare di persona alcuni dei suoi protagonisti. Domenica 4 Novembre alle ore 11.00, Lucca Games ospiterà al Caffè delle Mura una lettura pubblica della saga di George R.R. Martin: le voci italiane di Il Trono di Spade Daniele Giuliani (John Snow), Edoardo Stoppacciaro (Robb Stark), insieme ai colleghi Letizia Ciampa (Daenerys Targaryen), Riccardo Rossi (Jaime Lannister) e al direttore del doppiaggio Sandro Acerbo (a sua volta doppiatore di provata esperienza), leggeranno alcuni brani dell'ultimo libro di Martin, I Fuochi di Valyria.

Una speciale anteprima narrata dalle voci più significative di questa saga, e l'occasione di incontrare di persona alcuni dei protagonisti del doppiaggio italiano... 
Continua su: 

John Snow, Robb Stark e Tyrion Lannister ci raccontano del mondo del doppiaggio

È un mondo del quale si conosce ancora troppo poco, quello del doppiaggio italiano: affascinante per chi sogna di lasciare per sempre una traccia di sé nel grande e piccolo schermo, necessario per chi non ha modo di seguire una produzione in lingua originale, invasivo per chi considera inopportuno qualunque intervento sulla versione originale.

In occasione del San Giorgio di Mantova Fantasy 2012 (9 e 10 giugno) abbiamo parlato de Il Trono di Spade e avuto il piacere di scoprire che ne pensano due giovani doppiatori d'eccezion: Daniele Giuliani (John Snow in Game of Thrones, Adam Conant in The Secret Circle) ed Edoardo Stoppacciaro (Robb Stark in Game of Thrones, Ispettore Lestrade in Sherlock Holmes, Abraham Lincoln nella Leggenda del cacciatore di vampiri). Si è poi unito alla compagnia con grande disponibilità anche il doppiatore di Tyrion Lannister, Gaetano Varcasia (Kantos Kan in John Carter, Punch in Cowboy Bepop, John Druitt in Sanctuary)... Continua su: 

venerdì 5 ottobre 2012

Fantasy Magazine - Rhapsody: pubblicata la prima immagine di Clash Of The Titans

Disponibile in anteprima promozionale la prima immagine estratta dal nuovissimo video “Clash of The Titans” dei Rhapsody di Luca Turilli diretto dal regista Owe Lingvall



Grandi novità dai Rhapsody. Proseguono gli sviluppi per la rinascita in grande stile del quintetto capitanato dall'ex chitarrista dei Rhapsody of Fire Luca Turilli. È disponibile in anteprima promozionale la prima immagine estratta dal nuovissimo video Clash of The Titans diretto dal regista Owe Lingvall... Continua su:

mercoledì 3 ottobre 2012

Fantasy Magazine: Draco - L'ombra dell'imperatore

"Torna Massimiliano Colombo con una nuova avventura nel mondo dell'antica Roma."

È uscito il 18 settembre per Edizioni Piemme Draco — L'ombra dell'imperatore, terzo romanzo storico per il comasco Massimiliano Colombo. Tante le idee per promuovere l'uscita del libro: da un booktrailer “cinematografico”, curato da Angelo Guarracino con la partecipazione dei gruppi di rievocazione storica Popolo di Brig e Legio I Italica, a un interessante progetto fortemente voluto dall'autore e appoggiato dalla sensibilità della casa editrice, la quale ha offerto delle copie del libro da inviare nelle basi militari italiane all'estero.

La quarta di copertina

355 d.C. Sono trascorsi quasi vent'anni dalla morte di Costantino il Grande, e la stabilità dell’Impero romano è sottoposta a una duplice minaccia... Continua su: 


domenica 26 agosto 2012

Dieci consigli a casaccio sull'arte dello scrivere

Non cominciare il romanzo con una “d” eufonica.

Non stracciarle già dal primo capitolo con l'albero genealogico del protagonista e l'origine del mondo dal quale proviene.

Nei discorsi diretti, non rimarcare il nome del tuo personaggio al termine di ogni frase solo perché ritieni di averne scelto uno figo.

Se devi copiare le frasi della pubblicità, almeno sfrutta quelle più originali.

L'accento sul “sì” affermativo non è una sbavatura sul dizionario. 

Prima di inviare il romanzo alla casa editrice fai partire il controllo ortografico di Word: farà pure schifo, ma almeno gli accenti e gli apostrofi te li consiglia.

Quando ti telefonerà Stephen King batti un colpo. Fino ad allora piantala di idolatrare il tuo stile perché “è fatto in un certo modo e conviene lasciarlo esattamente com'è”.

Nel 90 % dei casi, gli autori di una casa editrice non hanno potere decisionale sulla valutazione del tuo manoscritto.

Non far finta di sapere l'inglese se poi riporti i termini allo stesso modo dei concorrenti del Grande Fratello.

Considerando che certamente e inutilmente e conseguentemente li starai utilizzando per niente, il gerundio e gli avverbi inutili sono da abbattere quanto l'uso del “che”.

sabato 7 luglio 2012

PARANORMAL DEATH


Immagine tratta dal film Colombiana
Che cosa potrà mai succedere quando un autore di sword and sorcery abbraccia la strada del paranormal romance? Scopritelo con Paranormal Death, in compagnia di Sentencia e del suo "sbrilluccicosissimo" amante.Il racconto è contenuto nell'antologia UNO SGUARDO VERSO IL CIELO di Linee Infinite Edizioni. Venti autori con opere dai generi più disparati. Acquistandone l'eBook a 2,68 € su Amazon, il ricavato andrà interamente a una scuola dell'Emilia Romagna colpita dal terremoto.

"È compito di chi resta in piedi aiutare a ricostruire case, pensieri, libertà rubati in un attimo di terrore che si dilata impietoso nel tempo e nei cuori di chi si è visto portare via tutto."


mercoledì 20 giugno 2012

Rhapsody: articolo su Ascending to Infinity + intervista a Luca Turilli

È arrivato Ascending to Infinity, il nuovo album dei Rhapsody

A un anno dalla scissione con i Rhapsody of Fire, l'inarrestabile Luca Turilli torna più epico che mai con un “nuovo” album, un “vecchio” nome e una formazione audace. Lo abbiamo intervistato per voi.

22 giugno 2012: una data essenziale per il metal sinfonico italiano. Nemmeno la separazione dello scorso anno dai Rhapsody of Fire ha fermato Luca Turilli. Compositore, virtuoso della chitarra e leader per oltre quindici anni dell'ex quintetto quasi del tutto triestino, cavalca di nuovo le onde del film-score metal con l'album Ascending to Infinity... Continua su:

∂| FantasyMagazine | È arrivato Ascending to Infinity, il nuovo album dei Rhapsody

Intervista a Luca Turilli, chitarra, tastiera e anima dei Rhapsody 
 
Il popolare musicista risponde alle nostre domande sull'album di prossima uscita: Ascending to Infinity.


Ciao, Luca. Benvenuto su Fantasy Magazine! Parliamo innanzitutto del vostro percorso musicale come Rhapsody of Fire: dal 2010 ho notato un cambiamento stilistico netto degli ultimi album rispetto a Triumph or Agony, più maestoso e orchestrale. Si è passati, a mio giudizio, da un power metal sinfonico a un prog metal molto dinamico. Condividevi questa scelta? E cosa puoi raccontarci della vostra evoluzione nel tempo?

Ciao a tutti, e grazie per il benvenuto. Sono felice di essere su Fantasy Magazine: non è la prima volta che mi capita di seguirvi. Dunque, se fate scorrere la discografia (senza considerare i mini-album, si intende), dall'inizio a oggi noterete che i primi due cd sono stati prodotti in un modo, il terzo in un altro; Rain of a Thousand Flames e Power of the Dragonflame suonano differentemente, sesto e settimo sono stati composti ancora in modo diverso, eccetera. Di solito siamo sempre andati avanti così, per cui due/tre anni in una direzione e due anni in un'altra. Quando io e Alex Staropoli componevamo assieme, ci dicevamo: “Stavolta facciamo un album ancora più duro”. Col passare degli anni, abbiamo inoltre riflettuto su come realizzare certe canzoni dal vivo: bisognava comporre in maniera un po' meno orchestrale, concentrarsi su tanti nuovi dettagli che andavano a mano a mano ad aggiungersi a quelli dei vecchi brani. E senza mai svilirne il lato artistico con la scusa di “accontentare” il pubblico, perché l'artista deve sempre comporre l'album per sé. Se piace o non piace, poi, saranno i fan a giudicarlo ovviamente, ma la passione viene prima di ogni altra cosa, con tutti i brividi e le emozioni che essa comporta.


Continua su: ∂| FantasyMagazine | Intervista a Luca Turilli, chitarra, tastiera e anima dei Rhapsody

martedì 12 giugno 2012

Game of Thrones, San Giorgio Fantasy 2012 e novità editoriali

Tante le novità del weekend al rientro dal San Giorgio di Mantova Fantasy 2012, dove - nel ruolo di vicepresidente - ho avuto l'onore di presentare assieme all'amico e direttore artistico Mauro Fantini i simpaticissimi doppiatori italiani della serie tv Il trono di spade Edoardo Stoppacciaro e Daniele Giuliani (rispettivamente, Robb Stark e Jon Snow) e i numerosi quanto validi cosplayers de I Cantori del Westeros, i quali hanno già messo a disposizione su YouTube un bellissimo video sull'incontro di domenica:





Proprio in tema Game of Thrones, neanche a farlo apposta, è uscito questa domenica un articolo a tutta pagina del giornalista Errico Passaro sul quotidiano nazionale il Secolo di Italia. Una panoramica interessante e per una volta tanto firmata da un giornalista competente, quella di Errico Passaro, nella quale non vengono citati mirabolanti elfi e non si rivanga, ma piuttosto si contrasta, l'infinita polemica su un Tolkien di destra e ora persino su un ipotetico Martin di sinistra.

Vengo inoltre citato come riferimento italiano per gli autori di fantasy eroica ("
Anche l’Italia fa la sua parte, per esempio con Alfonso Zarbo e il romanzo La via dell’acciaio (Linee Infinite Edizioni), per cui sono ben spesi i tre aggettivi epico, travolgente e oscuro"), cosa per la quale non posso che sentirmi onorato. 
Vi lascio all'articolo:




La fantasia eroica trionfa al cinema, in televisione, nelle librerie, nelle ludoteche. «Dov’è la notizia?», direte voi. La notizia sta nel fatto che già in molti avevano recitato il “de profundis” per quella che è stata considerata una moda letteraria passeggera. Invece, a dispetto dell’inflazione di titoli post e pseudotolkieniani, il filone regge, anzi, non hai mai goduto di miglior salute.

Uno degli indici più significativi della persistente fortuna della fantasia eroica è il successo della serie televisiva “Il trono
di spade”, tratta dall'affermatissimo ciclo delle “Cronache del Ghiaccio e del Fuoco” di George R.R. Martin. Un successo che non risente del passaggio riservato solo agli abbonati Sky, anzi, si amplifica nel passaparola degli appassionati: «L’hai visto?», «Ti è piaciuto?», «È meglio il libro!», cose così. L’effetto-curiosità ingigantisce gli indiscussi meriti oggettivi della trasposizione televisiva: uno sforzo produttivo della Hbo senza precedenti per il genere, capace di catturare nella
sua rete di intrighi, battaglie, amorianche i non appassionati.Per quelli che sono stati definiti i “Sopranos della Terra di Mezzo”, la fantasia eroica si è davvero assisa su un “trono di spade”, tanto da rilanciare le vendite dei libri di Martin (ultimo uscito per Mondadori “I fuochi di Valyria”, sulla cui scia è apparso per Gargoyle Books anche il fantascientifico “In fondo al buio”), ma anche le annose polemiche sul segno politico della fantasy. Maurizio Ricci su “Repubblica” ripesca – uffa, che noia, che barba! – la polemica sul Tolkien di destra che ormai sembrava consegnata alla preistoria culturale e fa sua l’opinione di Adam Serwer, che su “American Prospect” definisce “Il Trono di Spade” come “una guida di sinistra alla terra di Mezzo”. Questa definizione si baserebbe sull’assunto che, mentre il mondo di Tolkien è dipinto solo in bianco e nero, quello di Martin riflette il relativismo morale, il cinismo, il qualunquismo della nostra epoca e si fa portatore di istanze ideali come la giustizia sociale, l’ecologia, la responsabilità politica.
Peccato solo che da tempo la generalità dei commentatori ha fatto giustizia del presunto manicheismo di Tolkien (si pensi a personaggi controversi come Gollum) e ha rinvenuto nella sua opera tematiche sociali come il rispetto dell’ambiente e la critica all’industrialismo (si veda, a questo proposito, il numero monografico della rivista Antares dell’editore Bietti).



Dietro la serie televisiva tratta dall'affermatissimo ciclo delle “Cronache del Ghiaccio e del Fuoco”di George R.R. Martin, la rivisitazione di un genere che ha come principale punto di riferimento“Il Signore degli Anelli”
In attesa di Hobbit di Peter Jackson 

Consoliamoci da queste bassezze critiche con la nuda forza delle narrazioni. Le librerie traboccano di nuove proposte, fra cui permetteteci di segnalare alcuni titoli particolarmente meritevoli di menzione. La fortezza nell’occhio del tempo di C. J. Cherryh (Elara) è un mastodontico affresco di storia d’invenzione, incentrato sulle gesta di Tristen, una sorta di “Forrest Gump” della fantasia eroica: all’inizio, il romanzone sembra risentire di un passo troppo lento, ma, a misura che si procede nella lettura, i personaggi si delineano, così come i segreti magici, le manovre militari ed i complessi intrighi politici fra le diverse nazioni in lizza…bello bello bello! Le grottesche e perfide creature del fantasy dilagano nel nostro mondo ad opera di Christoph Marzi e del suo Emily Laing e le nebbie oscure (Armenia), con Londra e Praga che diventano crocevia di esseri provenienti da altri luoghi… Un racconto di “cappa e spada magica” è Sopravvissuti di Richard K. Morgan (Gargoyle Books), che, provenendo da generi contigui al “fantasy”, si diverte a stravolgerne i “clichè” con la creazione di personaggi forti e marginali: il protagonista del suo romanzo è un guerriero ripudiato dalla famiglia a causa della sua omosessualità e nauseato dal mondo di corruzione che lo circonda. Anche l’Italia fa la sua parte, per esempio con Alfonso Zarbo e il romanzo La via dell’acciaio (Linee Infinite Edizioni), per cui sono ben spesi i tre aggettivi “epico, travolgente e oscuro”: il romanzo è giocato sulla contrapposizione fra Aradras e Uldaric, seguaci delle Tenebre in cerca di riscatto, e il diabolico Zadovar, con sullo sfondo la presenza inquietante dell’Artefatto di Ivengral. Promette bene anche Laura Sammartano Fevre che mette in scena nel suo Le gemme di Tebarka (Dario Flaccovio) una variopinta folla di eremiti e stregoni, elfi e centauri, fantasmi e mostri alati.

Come ciliegina sulla torta, è previsto in uscita per l’autunno l’attesissimo “Hobbit” di Peter Jackson, che rinnoverà di certo i fasti della trilogia cinematografica de “Il Signore degli Anelli”, mentre spopolano i giochi di carte, i giochi da tavolo e i giochi di ruolo tratti dalle opere di Martin.
Fantasy per tutti i gusti, quindi, e ben rappresentato in tutti i “media”, alla faccia dell’operazione “retrò” subodorata dalla solita critica togata…



(Errico Passaro, Il Trono di spade nel segno di Tolkien tra soap e pop, Il Secolo D'Italia, 10 giugno 2012)


***

Di poche ore fa anche la recensione della Via dell'Acciaio di Marco Guadalupi (il quale ringrazio!) su Fantasy Magazine: ∂| FantasyMagazine | Ivengral Saga - Vol. II


Torniamo a noi, adesso, con qualche notizia degli ultimi giorni. Sempre a San Giorgio di Mantova si è svolta la celebrazione dei vincitori dei premi Cittadella, Magia Urbana e Nuove Chimere, indetti da I Sogni nel Cassetto. Sono orgoglioso di comunicarvi che sono stato classificato terzo al Premio Cittadella (miglior romanzo fantasy italiano per adulti). Non solo: le opere delle quali sono stato editor (Ulthemar - La forgia della vita di Antonio Lanzetta e Dolcemente Tenebroso - Il risveglio di Lucilla, di Serena Pieruccini) hanno addirittura ottenuto il primo posto nei restanti concorsi Magia Urbana Prêt-à-porter e Nuove Chimere, mentre Toby Rice e La Cappella Oscura (Ray Anthony Treays, Nocturna) si è aggiudicato il terzo posto nel sopracitato Magia Urbana. Un successo in tutto e per tutto, insomma, sia come "scrittore" che come editor. 


La pergamena del Premio Cittadella ricevuta da Fabiana Redivo
Antonio Lanzetta vince il Premio Nuove Chimere

Dolcemente Tenebroso, primo classificato ex aequo
al Premio Magia Urbana
 
Toby Rice, terzo classificato al Premio Magia Urbana
Concludo ringraziando tutti per la simpatia, la disponibilità e la fiducia. Sono già passati tre giorni dall'evento di Mantova, ma i miei pensieri sono ancora là, su quello che anno dopo anno sta diventando il "campo di battaglia per eccellenza del fantasy italiano", tra amici, libri, disegni e presentazioni. E giuramenti, persino. Perché "io sono la spada delle tenebre. [...] Per questa notte e per tutte le notti a venire."

Alfonso Zarbo

sabato 2 giugno 2012

Segnalazione della "Via dell'acciaio" sul Giornale dei 3 laghi

Lenno: incontro con il giovane autore comasco 
Alfonso Zarbo ha presentato "La via dell'acciaio" 
di Michela Puricelli


Una prima domenica di maggio all'insegna del fantasy alla biblioteca comunale di Lenno.
Anzi, del “fantasy vecchio stampo”, come ha più volte puntualizzato il giovane e promettente scrittore lariano Alfonso Zarbo, tornato proprio a Lenno (suo paese d’origine) per presentare la sua ultima fatica, “La via dell’acciaio”, secondo volume della Saga di Ivengral.
Innegabile è, infatti, l’attaccamento dell’autore al lago e ai suoi paesaggi, come lui stesso sottolinea: “Il Lago di Como è sempre stato un punto di riferimento. I nostri paesi, le nostre strade e l’Isola Comacina stessa sono intrisi di storia. Gli autori di fantasy non inventano tutto di sana pianta, ma traggono ispirazione da quanto di più meraviglioso ci circonda. Nel primo volume della mia saga una parte importante della storia si svolge proprio su uno scoglio boscoso che ricorda le rovine e le distese in fiore che avvolgono la nostra isola”.

Il dibattito sul nuovo libro di Zarbo è stato preceduto da una suggestiva rievocazione di un duello medievale tra fanti, messo in scena da alcuni componenti della Masnada Lariana, gruppo di rievocazione storica del comasco.
Creata l’atmosfera, è partito il lungo botta – risposta.
Numerose, infatti, sono state le tematiche sollevate durante la presentazione, mediata e scandita dalle incalzanti domande della bibliotecaria Cristina Abbate, contenta di poter ospitare Alfonso e le sue opere per la terza volta.
Il mio è un fantasy vecchio stampo – sottolinea Zarbo- perché più orientato ai romanzi storici. Il fantasy è un genere narrativo che affonda le sue radici nell'epica classica, nelle canzoni di gesta dei trovatori provenzali, nel ciclo arturiano e nella mitologia. Contiene elementi avventurosi e fantasiosi, e negli anni ha saputo ritagliarsi uno spazio sempre più importante nella letteratura per adulti. Il confine del fantasy non è mai troppo definito, così negli anni si è mescolato non solo con la storia e il mito, ma anche con i canoni del romanticismo ottocentesco, con il fantascientifico e il misterioso. Gli scrittori più importanti che ne hanno definito la struttura nel ventesimo secolo sono stati H.P. Lovecraft, Robert E. Howard, J.R.R. Tolkien e C.S. Lewis. In Italia un autore che ha creduto nell’importanza del linguaggio fantastico è stato senz’altro Italo Calvino. Oggi il fantasy è in continua evoluzione e, per la gioia dei critici, può essere catalogato in oltre trenta sottogeneri. I più importanti, a mio avviso, sono quelli che si diramano verso la narrativa storico-avventurosa e quelli che invece ripiegano verso la contemporaneità, coinvolgendo le città reali e le tematiche del mondo di oggi”.
Stando ovviamente attento a non sbottonarsi troppo sui contenuti del suo nuovo romanzo, Zarbo cerca di sintetizzarne i tratti principali con tre esaustivi aggettivi: “La via dell’acciaio è certamente un libro temerario, aggettivo che si riallaccia alla grinta dei suoi personaggi, tenaci nel voler portare avanti una missione malgrado gli ostacoli lungo il percorso; incalzante, come lo stile che spero di aver raggiunto; avventuroso perché senza il brivido dell'avventura non credo abbia senso varcare deserti di carta e oceani d'inchiostro per inseguire quel sogno chiamato scrittura”.
Molte le curiosità sollevate anche dal pubblico in merito, per esempio, al titolo. “La via dell’acciaio indica metaforicamente la vita di ognuno piena di difficoltà da superare”, spiega lo scrittore.

Tanta anche la voglia di conoscere i progetti futuri dell’autore, il quale anticipa l’uscita, su supporto cartaceo o in forma di e-book, di quattro nuovi racconti (uno scritto per Medici senza frontiere, curato dal sito fantasy Terre di Confine. Si tratta di un fantasy storico, ispirato alla Roma repubblicana, dal titolo "Anushiravan") e condivide con la platea l’appuntamento di giugno con l’importante rassegna fantasy di Mantova: "Il 9 e 10 giugno sarò al San Giorgio di Mantova Fantasy in qualità di Vicepresidente e di presentatore degli ospiti d’onore. Si tratta di un evento dedicato alla narrativa e all'illustrazione fantastica per adulti e bambini. È Nato nel 2010 con il Modena Fantasy da un'idea del collega scrittore Mauro Fantini ed è stato trasferito l'anno seguente nel modernissimo centro culturale di San Giorgio di Mantova, uno spazio di oltre duemila metri quadrati comprensivo di auditorium, biblioteca, sale mostra, cortile interno e giardino esterno. Nelle edizioni trascorse abbiamo ospitato più di settanta artisti emergenti e avuto ospiti d'onore del calibro di Alan D. Altieri, Cecilia Randall, Davide Nadalin, Luca Tarenzi, Marco Davide, Thomas Mazzantini, Matthias Graziani, Paola Boni e Fabiana Redivo. Quest’anno ospiteremo la giuria dei concorsi Premio Cittadella e Premio Magia Urbana Pret-a-portèr, la redazione di Fantasy Magazine e, come simbolo della profonda coesione tra letteratura e cinema, i doppiatori italiani della serie televisiva Game of Thrones".

E non è finita qui: nonostante abbia solo 25 anni, Zarbo non è solo scrittore. Lo si evince dalla risposta che dà alla canonica domanda “Come hai iniziato?”
Ho cominciato da zero e con il solo beneficio della determinazione, perché nell’ormai “lontano” 2008 la mia vita era ancora profondamente legata al praticantato da geometra e, nel tempo libero, al piacere della lettura. Solo dopo la pubblicazione del primissimo romanzo - con tutta l’ingenuità e l’inesperienza del tempo che si addicono a un libricino d’esordio - ho cominciato a collaborare con Fantasy Magazine (il sito fantasy più letto in Italia) e quindi a dare una veste professionale al mio sogno di contribuire alla diffusione della narrativa fantastica italiana. In seguito, dopo essermi trasferito a Parma per studiare Lettere all’università, ho ricevuto diversi incarichi come curatore ed editor di romanzi, antologie e collane, con collaborazioni notevoli al fianco di alcuni tra gli scrittori più famosi del panorama editoriale italiano.
Nel 2011 ho avuto il piacere di fare da portavoce a Licia Troisi nella video-intervista introduttiva alla nuova saga I Regni di Nashira. Questa collaborazione in veste di presentatore e intervistatore “esterno” per Mondadori è poi proseguita anche nel 2012 con la video-intervista all’autrice statunitense Marissa Meyer.
Sul piano editoriale, lavoro per Happyplanet Books ai romanzi gotici del maestro americano John Bellairs; svolgo l’incarico di consulente freelance per altri editori e, tempo libero permettendo, lavoro come editor privato”.

L’appuntamento con “La via dell’acciaio” è in libreria, anche per chi non ha letto il primo volume della Saga di Ivengral. Zarbo, a tal proposito, rassicura i neofiti: “ È certamente il proseguimento del primo volume ma, per garantirne una lettura autonoma, ho voluto ampliare la sinossi con alcuni elementi di approfondimento non presenti in Ivengral”.
Tutte le informazioni, invece, riguardanti i libri, i progetti editoriali, le interviste, le recensioni di Zarbo sono reperibili visitando il suo aggiornatissimo blog ufficiale all'indirizzo
alfonsozarbowriter.blogspot.it.

Michela Puricelli, Alfonso Zarbo presenta "La via dell'acciaio", Il Giornale dei 3 laghi, maggio 2012.

lunedì 28 maggio 2012

San Giorgio di Mantova Fantasy blog tour!

Il logo realizzato dai Cantori del Westeros per l'evento
Carissimi amici, 
ci siamo! Mancano solo dodici giorni ormai. Il San Giorgio di Mantova Fantasy 2012 sta per arrivare. Devo ammettere che le ultime settimane sono quelle in cui ti sale l'ansia: ansia per gli incontri speciali di questa edizione, per la finalissima dei premi Citadella, Magia Urbana e Nuove Chimere e per la presentazione della Via dell'Acciaio. Condite il tutto con un esame ostico di Filosofia del linguaggio alle porte e con altri due nel mese di luglio e comincerete a capire perché al posto delle stelline che ruotano intorno alla testa io ho un'orda di dothraki sbraitanti. Sono anche settimane, però, che strappano già un sorriso al solo pensiero di presentare illustratori, autori e doppiatori, al pensiero di sparare ca**ate al microfono (quest'anno esclusivamente a tema Game of Thrones!) e di incontrare amici e colleghi per poi tornare a casa con una valanga di libri in una valigia che, per quanto grande, sembra non bastare mai. 
Bene, vi lascio all'ennesima tappa del San Giorgio di Mantova Fantasy Blog Tour. Vi ricordo che ci sono in palio dei libri in regalo! Che aspettate? La premiazione avverrà direttamente a San Giorgio! 
Un abbraccio e a prestissimo,
Alfonso Zarbo

SAN GIORGIO DI MANTOVA FANTASY BLOG TOUR!

La locandina dell'evento


Il 9 e il 10 giugno San Giorgio di Mantova accoglierà il popolo fantasy italiano con tantissimi eventi per adulti ebambini dedicati alla letteratura, all’illustrazione e alla televisione.

Assisterete alle performance degli illustratori e dei fumettisti, conosceretegli autori e i giornalisti letterari, ascolterete le voci dei doppiatori televisivie potrete immergervi per due giorni nella magica atmosfera del bellissimo Centro Culturale di San Giorgio di Mantova che ospiterà le Case Editrici e i creatori di oggettistica, oltre a decine di autori e illustratori provenienti da tutta Italia.
Nell'attesa, lo staff della manifestazione è lieto di invitarvi a partecipare al contest:

San Giorgio di Mantova Fantasy… 

…alla ricerca dello slogan perfetto!

Ecco qui le semplici regole di partecipazione:

· inventate uno slogan di massimo 15 parole per il San Giorgio di Mantova Fantasy 2012;

· postate la nostra locandina sul vostro sito, pagina facebook, blog (la trovate appena sopra);

· inviate lo slogan, il link in cui avete postato la locandina e il vostro nome o nickname a sangiorgiodimantovafantasy@gmail.com, indicando come oggetto del messaggio:“Contest 2012”.

Avete tempo fino alla mezzanotte di venerdì primo giugno 2012.

Ogni settimana, gli slogan più belli saranno pubblicati sulla fanpage ufficiale della manifestazione. Il vincitore assoluto sarà proclamato il 6 giugno 2012

In premio la San Giorgio di Mantova Fantasy Surprise Bag, ricca di pubblicazioni e gadget really Fantasy! Lo slogan vincitore sarà inoltre pubblicato sulsito ufficiale della manifestazione.

9 e 10 giugno 2012 - San Giorgio di Mantova

Stay tuned!

Pagina ufficiale su Facebook: SAN GIORGIO DI MANTOVA FANTASY

Per info sull'evento vi rimando alla mia sezione EVENTI
. Vi aspetto!


sabato 19 maggio 2012

Menù “La Zona Morta”

Dal sito La zona morta:


Arriva la Newsletter de “La Zona Morta”: ogni quindici giorni tante notizie, anticipazioni, classifiche, aggiornamenti… e molto, molto di più! 

ANTIPASTI

Il lamento delle terre perdute di Elena Romanello

PRIMI PIATTI


SECONDI PIATTI


CONTORNI


FRUTTA


DESSERT


BEVANDE


EXTRA

Ecco i due nuovi libri di Gordiano Lupi: “Nude… si ride – Le attrici e i registi della commedia sexy italiana vol. 1” (Pag. 230 – Euro 25,00) con prefazione di Orchidea De Santis e “Grazie… zie! – Le attrici e i registi della commedia sexy all’italiana - vol. 2” (Pag. 260 – Euro 25,00) – Edizioni Profondo Rosso

LA CLASSIFICA

I cinque articoli più letti nelle ultime due settimane:
3)   Salvatore Proietti di Filippo Radogna
4)   V Trofeo La Centuria e la Zona Morta – Bando di concorso
5)   Stefano Tomei di Davide Longoni

PROSSIMAMENTE

Interviste a Mariangela Cerrino, Moony Witcher, Sergio Valzania, Alberto Petrosino e Francesco Dimitri, il Buràk, il fenomeno “Game of Thrones”, il mito dei vampiri e “Muri di carta”, il nuovo libro di John Ajvide Lindqvist.
  
Arrivederci nell’aldilà!

Davide Longoni

venerdì 18 maggio 2012

STIRPE INFERNALE - comunicato stampa

Il marchio editoriale NOCTURNA di Editrice GDS, dedicato al mondo del genere fantasy, gotico e fantascientifico, presenta la raccolta di racconti 


Dopo Stirpe Angelica, un nuovo entusiasmante progetto!

DALLA QUARTA DI COPERTINA 

Demoni. Quali sembianze assumono? Dove si nascondono? Con quale atavico impulso riescono a scatenare la furia omicida dell’uomo? Ce lo dicono i fuoriclasse della narrativa fantastica italiana, capaci di inquadrare le orde del Diavolo sotto ogni punto di vista per restituirle al lettore in tutte le sfumature. Racconti gotici e urban fantasy, sword and sorcery e d’azione, tendenti alla fiaba e al comico; e ancora med-fantasy, weird-horror e sperimentali in un’antologia provocante e ambiziosa, destinata a far parlare di sé.


I curatori Alfonso Zarbo, Filomena Cecere e Roberto Carlo Deri hanno spalancato per voi un gorgo scarlatto di parole e trepidanti emozioni, elevando la figura del demone oltre la soglia dell'immaginabile. Che state aspettando? L'Inferno vi attende!

GLI AUTORI

Christian Antonini - Filomena Cecere - Luca Centi - Matteo Cortini - Paolo Di Orazio - Fabrizio Furchì - Roberto Genovesi - Matthias Graziani - Marco Guadalupi - Emanuele Manco - Thomas Mazzantini - Leonardo Moretti - Michele Tetro - Irene Vanni - Alfonso Zarbo. Con prefazione di Vito Di Domenico e postfazione di Roberto Carlo Deri.

I CURATORI 


Filomena Cecere è insegnante, scrittrice di fantasy, gotico e noir, organizzatrice e presentatrice di eventi, critica letteraria e responsabile del marchio editoriale Nocturna per la sezione New Gothic.

Alfonso Zarbo è editor, autore di fantasy, presentatore di eventi, recensore e responsabile del marchio editoriale Nocturna per la sezione Fantasy.

Roberto Carlo Deri è antropologo, insegnante, scrittore, saggista e responsabile del marchio editoriale Nocturna per la sezione Fantascienza. 

DALLA PREFAZIONE DI VITO DI DOMENICO

"Ci sono temi che riescono a scatenare l’interesse degli artisti e del pubblico indipendentemente dal fatto che siano stati ampiamente sfruttati nel corso degli ultimi duemila anni. Questo non significa, però, che tutte le storie “infernali” siano già state narrate, né che si possa liquidare superficialmente come banale o “già vista” un’antologia di racconti. I demoni cambiano con il cambiare del mondo, si aggiornano per restare al passo con i tempi, trovano sempre nuove vie per portare a termine il loro lavoro di tentatori, mentitori, portatori di Oscurità. [...] 
Un racconto sui demoni scritto oggi non potrà mai risultare identico a uno scritto dieci anni fa, perché il mondo è cambiato e con esso le mode e i modi in cui le forze del Male possono raggirare, mentire, ingannare l’umanità. E perché, ovviamente, si sono modificate la sensibilità e la percezione dei narratori, figli di un tempo diverso. 
"È con occhio curioso e attento che dobbiamo, quindi, scorrere le pagine di questa antologia, pronti a cogliere le particolarità di ogni opera. L’assortimento di autori e tematiche lo merita e, anzi, lo richiede." 

DALLA POSTFAZIONE DI ROBERTO CARLO DERI

"I racconti presenti in questo volume, opere di quindici valenti scrittori e scrittrici - fortunatamente l’elemento femminino è sempre più presente in tale dimensione - hanno trattato un tema “scottante” ognuno con il proprio stile: dall’horror più puro alle contaminazioni di genere e a un realismo, addirittura iperrealismo, ove l’elemento demonico e infernale è parte integrante della vita umana, sino a lievi punte di humour e a discese nei recessi più bui e ancestrali dell’animo umano.
"Tale varietà, tale ricchezza espressiva, formulata con alta capacità letteraria, è stato l’intento di noi curatori della collana Nocturna: offrire a voi lettori un’antologia che potesse soddisfare tutti i gusti rimanendo fedele al fulcro il cui titolo lo richiama perfettamente." 

LA COPERTINA 

Come per Stirpe Angelica, a completamento del progetto antologico edito da Edizioni della Sera nel dicembre 2010 e portato poi avanti dagli stessi curatori per Nocturna, la copertina è stata realizzata da Sara Forlenza (già illustratrice di Amon Saga, IvengralLo spirito del vento, Kizu No Kuma, Un antico peccato, ecc.).  

Autori: AA. VV.
Titolo: Stirpe Infernale
Prefazione di Vito Di Domenico
Postfazione di Roberto Carlo Deri
Casa editrice: Nocturna
Uscita: maggio 2012
Genere: narrativa fantastica
Progetto a cura di Filomena Cecere, Alfonso Zarbo e Roberto Carlo Deri
Copertina di Sara Forlenza
ISBN 978880687129
Pagine: 266
Prezzo: € 14,00

Disponibile anche in eBook nelle migliori librerie on line. IN PROMOZIONE SU 
EDITRICE GDS - Acquista STIRPE INFERNALE- autori vari

martedì 1 maggio 2012

COMUNICATO STAMPA E PROGRAMMA


SAN GIORGIO DI MANTOVA FANTASY – 9 e 10 giugno 2012


Al suo secondo appuntamento, il San Giorgio di Mantova Fantasy si prepara per un’edizione ricca di eventi imperdibili. Ideata e diretta dallo scrittore mantovano Mauro Fantini con la collaborazione di Alfonso Zarbo, Claudia Tonin, Solange Mela, Mariangela Galotto, Fabio Cicolani e Anna Giraldo, la manifestazione si terrà nel modernissimo Centro Culturale di San Giorgio di Mantova nel weekend del 9 e 10 giugno e aprirà le porte della fantasia e dell’immaginazione a tutti i suoi appassionati.


Il programma di quest’anno spazia dalle attività dedicate ai giovanissimi all’incontro con Fantasy Magazine e con i doppiatori dell’amatissima serie tv Game of Thrones, dai workshop di illustrazione digitale alle presentazioni degli autori fantasy e delle loro opere. Di grande risalto le premiazioni che si terranno domenica mattina: Premio Cittadella, Premio Magia Urbana Prèt-a-porter e Premio Nuove Chimere, indetti dall’Associazione culturale I Sogni nel Cassetto. 
Dell'ospite d'onore Davide Nadalin


Le edizioni trascorse hanno brillato per aver ospitato un grande numero di autori ed esperti del settore (tra cui ricordiamo soprattutto Alan D. Altieri, Cecilia Randall, Davide Nadalin, Luca Tarenzi, Marco Davide, Thomas Mazzantini e Matthias Graziani), favorendo la socializzazione e la nascita di fiorenti collaborazioni letterarie. Anche quest’anno hanno aderito al progetto numerose case editrici e oltre settanta artisti provenienti da tutta Italia.

Le due giornate si prospettano quindi, oltre che molto piacevoli, stimolanti per gli addetti ai lavori e di sicuro interesse per chi desideri conoscerli o avvicinarsi all’ambiente della narrativa e dell’illustrazione fantastica italiana.



Info sul sito ufficiale www.sangiorgiodimantovafantasy.it e, in tempo reale, sulla fan page di Facebook SAN GIORGIO DI MANTOVA FANTASY

PROGRAMMA DEFINITIVO

SABATO 9 giugno – dalle 09:00 alle ore 20:00

Sabato mattina – discorso di apertura, premiazioni e incontri (per tutti): 


In auditorium, premiazione dei vincitori del Premio Scritti di scuola (concorso indetto dalla casa editrice Domino con la collaborazione di Antonia Romagnoli), dedicato agli alunni delle scuole elementari e medie delle province di Mantova e Verona;

In auditorium, Fabio Cicolani presenta Luca Azzolini (Evelyn Star, Edizioni Piemme); 

In auditorium, l'illustratore della saga di Percy Jackson Davide Nadalin incontra gli alunni delle scuole. Moderano l’incontro Mauro Fantini e Alfonso Zarbo; 

In auditorium, a tu per tu con l’autore di San Giorgio di Mantova Mauro Fantini e con Fabio Cicolani, autore delle “Magie di Omnia”.

Sabato pomeriggio – presentazioni e incontri (per tutti):

Dalle ore 14:30 – in biblioteca, Fabio Cicolani presenta gli autori Antonio Lanzetta, Angelo Berti, Genny Biagioni, Greta Marras e Daniele Nicastro;

Ore 15:00 - in biblioteca Alfonso Zarbo presenta l'autrice di "Dolcemente tenebroso - Il risveglio di Lucilla" Serena Pieruccini;


Ore 15:00 – in auditorium, Andrea Storti modera la tavola rotonda con Paola Boni, Anna Giraldo, Giulia Marengo e Cecilia Randall; 

Ore 15:30 – in auditorium, Andrea Storti modera la tavola rotonda con Luca Azzolini, Matthias Graziani, Thomas Mazzantini e Maico Morellini;

Ore 16:00 – in auditorium, incontro con gli illustratori e proiezione delle loro opere per farci raccontare curiosità e dettagli sul mondo dell'illustrazione digitale e non;

Ore 17:15 – in auditorium, Domino Edizioni presenta l’antologia “I vampiri? non esistono”;


Ore 17:15 – in sala Shannara, Sangel Edizioni e Nero Café presentano “Exilium, la vera storia dell’inferno di Dante”;  

Ore 17:45 – in auditorium, Il Ciliegio Edizioni presenta Alessandro Fusco e Gregorio Antonuzzo; 

Ore 17:45 – in biblioteca, Andrea Storti presenta Valentina Bellettini e Nicola Fossati. 

Con noi, quest'anno, i doppiatori Daniele Giuliani ed Edoardo Stoppacciaro. 


DOMENICA 10 giugno – dalle 10:00 alle 20:00 

Domenica mattina - discorso di apertura, presentazioni, workshop (per tutti):


Ore 10:00 – Premiazione del contest “Alla ricerca dello slogan perfetto!” da parte dello staff dell’evento. Segue la premiazione dei vincitori dei Premio Cittadella, Premio Magia Urbana Prèt-a-porter e Premio Nuove Chimere, indetti dall’Associazione culturale I Sogni nel Cassetto; 

Ore 11:00 – Workshop con Fabio Porfidia sul tema dell’illustrazione digitale. 

Domenica pomeriggio – presentazioni e incontri (per tutti):

Dalle ore 14:30 – in biblioteca, Fabio Cicolani presenta gli autori Lisa Cavalletti, Jamila Bertero, Aurora Biancato, Igor Spadoni e Ivano Manera;


Ore 14:30 – in auditorium, Plesio Editore presenta Sonia Barelli e Alessio Banini.

Ore 15:00 – in auditorium, Emanuele Manco, curatore di Fantasy Magazine, presenta l’almanacco cartaceo Effemme. Segue il dibattito con l’esperta Chiara Codecà sul tema delle serie-tv;

Ore 15:00 – in sala Shannara, 0111 Edizioni e Libreria Fantasy presentano Massimo Bernardi, Leda Muraro, Antonietta Usardi e Valentina Capaldi;

Ore 16:00 – in auditorium, incontro con gli ospiti d’onore di quest’anno: i doppiatori italiani di Game of Thrones Daniele Giuliani (Jon Snow) ed Edoardo Stoppacciaro (Robb Stark). Moderano la presentazione Alfonso Zarbo, Mauro Fantini e Mariangela Galotto;

Ore 17:15 – in auditorium, Linee Infinite Edizioni presenta gli autori Alfonso Zarbo (“La Via dell'Acciaio, Ivengral Saga – volume II”), Elisabetta Tadiello ed Elena Bertani (“Il Sangue della Luna”);


Ore 17:15 – in sala Shannara, Tabula Fati presenta l'autrice Chiara Cilli.

Ore 17:45 – 
in auditorium, Mauro Fantini e Simone Draghetti presenta la rivista ufficiale “Linee Infinite Magazine”; 

L'evento è stato posticipato al 10 giugno
Ore 17:45 – in biblioteca, Anna Giraldo presenta Loredana Rossetti, Paola Scagliarini e
Davide Zaffaina.

Durante il corso della manifestazione sarà possibile visitare le sale dedicate alla mostra delle illustrazioni di Sara Forlenza, Davide Nadalin, Fabio Porfidia, Francesca Resta, Fabio Sechi, Ilaria Trombi, Mattia Zoanni, gli stand degli editori 0111, Domino, Il Ciliegio, Editrice
GDS/Nocturna, La penna blu, Linee Infinite, Plesio, Sangel, Tabula Fati e quelli di Amici ludici, Cagliostrino, Chi cerca trova, Domino City, I Cantori del Westeros (solo 10 giugno), Libreria MELbookstore, Lupo Rosso e Autori indipendenti riuniti. 

Alle ore 16:00 di sabato e di domenica, nel giardino esterno, i bambini potranno partecipare a un duello di bacchette magiche gestito da Francesca D'Amato. Lasciatevi truccare il volto dalle nostre artiste Chiara De Ciantis e Cristina Bisi!

Verrà inoltre allestito nel cortile interno un mini torneo per i più piccoli organizzato dall’espositore Domino City, con giochi di carte di Pikachu e Yu-Gi-Oh e fantastici gadget per partecipanti e vincitori (unico evento a pagamento). Il regolamento verrà distribuito durante le giornate.

domenica 22 aprile 2012

LA VIA DELL'ACCIAIO - comunicato stampa

Il secondo volume di Ivengral in libreria

A distanza di due anni da Ivengral, il primo romanzo dell'omonima saga fantasy firmata da Alfonso Zarbo, esce ora per Linee Infinite Edizioni anche il secondo volume, La Via dell'Acciaio, che verrà presentato ufficialmente domenica 6 maggio nella biblioteca comunale di Lenno, nella splendida cornice del Lago di Como.

La copertina è stata realizzata da Fabio Porfidia, insegnante di Illustrazione nella Scuola Superiore d'Arte Applicata nel Castello Sforzesco di Milano.

INTRODUZIONE 

La Via dell’Acciaio non conosce scrupoli. Chi la percorre è costretto a patire l’angoscia nel cuore e il gelo nell’anima. Persino per Aradras e Uldaric, un tempo seguaci delle tenebre, non sarà facile riscattare il passato. La spada stretta nel pugno impone loro di affrontare un sentiero di pericoli e inganni, in bilico sulle lame rosse di sangue impugnate dalle armate dell’Hexenmaister. 
Che cosa li attenderà adesso? A Nisroc, crocevia di soldati tra l’Isola di Sakaras e le Montagne Infuocate, corre voce di un terzo frammento dell’Artefatto di Ivengral. Ma Zadovàr, capitano dall’aspetto inquietante e un ingegno ancora più diabolico, farà di tutto per intralciare il loro cammino. 

“Zarbo è un fuoriclasse dallo stile scintillante, affilato come una katana. La Via dell’Acciaio si farà strada fino al vostro cuore con fendenti puliti e precisi, lasciandovi cicatrici indelebili.” 
 Tiziano G. Bertoni – autore di The Angels Chronicles 

ESTRATTO 

Aradras conosceva quello stile: il re suo padre lo aveva addestrato migliaia di volte all'arte della spada, fino all'ultimo temerario scontro nelle steppe del nord. Là, dove il vento sapeva ancora di erba e pioggia e non di morte; dove il canto dell’acciaio sapeva di gloria e non di sangue; dove, almeno per una volta, avrebbe tanto voluto che il tempo si cristallizzasse per sentirsi dire da quell'ostinato guerriero dal cuore di ghiaccio e lo sguardo di fuoco: “Ti voglio bene, figlio mio”. 

L'AUTORE

Autore di romanzi e racconti fantasy, soprattutto sword and sorcery, Alfonso Zarbo è editor, consulente editoriale, presentatore di eventi, collaboratore di Fantasy Magazine e responsabile del marchio editoriale Nocturna per la sezione Fantasy. 

La Via dell’Acciaio è il secondo romanzo della saga di Ivengral.

http://alfonsozarbowriter.blogspot.it/ 

Alfonso Zarbo, Ivengral Saga, volume II – La Via dell'Acciaio (aprile 2012), Linee Infinite Edizioni, pp. 190, euro 12,00, ISBN 978-88-6247-085-8.


www.lineeinfinite.net